Di seguito il calendario delle escursioni programmate per il 2018

Le gite sono aperte a tutti, soci e non. Alcune sono molto semplici e altre sono piuttosto impegnative quindi leggere attentamente la descrizione per scegliere quelle che fanno per voi.
Vi aspettiamo

18 marzo 2018 - Rosa sul Coren
Rimandata a domenica 8 aprile per maltempo

Itinerario di grande interesse per i luoghi che si vanno ad attraversare e per i bei paesaggi pur trattandosi di un percorso di bassa quota. Si parte da Capo di Ponte presso il Graffiti park, con un tratto su asfalto di diversi km ci si porta a Ono S. Pietro e oltrepassandolo si sale verso le Baite del Mella abbandonando, però, la strada verso questa località dopo circa 3 km. Da questo momento è lo sterrato a farla da padrone, sentieri e mulattiere di mezza costa che ci portano prima a Pescarzo, e poi a Sellero dando spazio a bei panorami e anche ad alcune delle famose rocce istoriate della Valcamonica. Da Sellero si scende verso Cedegolo e cambiando versante della Valle si torna a Capo di Ponte.

Lunghezza: 20 km
Dislivello: 540 m.
Durata: 3 h
Ritrovo: 9:00 presso l’ingresso del Graffiti Park a Capo di Ponte
Difficoltà tecnica: Alcuni tratti di portage presso il “Coren”, circa 100 m attrezzati con catenelle.
Preparazione atletica necessaria: di base
Capogita: Massimo S., Luca P.
Attrezzatura: MTB front o full, casco



15 aprile 2018 - Bassa valle camonica


Partendo da Bienno percorrendo alcuni sentieri si raggiunge la pista ciclabile, che si segue per qualche km da Esine a Cividate, per poi abbandonarla a favore della via Valeriana. Qui ci sono due alternative per i più temerari i famosi tornantini della passerella di Breno, in alternativa si prosegue per la Valeriana sino a ritrovarsi al ponte di Losine, da dove si proseguire verso Niardo poi Astrio ed infine il “mitico” Cerreto di Bienno.
Giro adatto a bici full ma anche front necessario un discreto allenamento le protezioni se ci sono è meglio ma si può fare tranquillamente anche senza.

Lunghezza: 28 km
Dislivello: 860 m.
Durata: 4 h
Ritrovo: 8:30 Bienno Rotonda distributore
Difficoltà tecnica: Medio Bassa
Preparazione atletica necessaria: Discreta
Capogita: Roberto G.
Attrezzatura: MTB, casco. Consigliata mtb full e protezioni



10 giugno 2018 - Pian di Gembro


Gita un po’ insolita composta da 3 salite ed altrettante discese che si sviluppano tra il passo dell’Aprica e Pian di Gembro.
La salita dall’Aprica a Pian di Gembro, comune a tutti e tre gli anelli, è su comoda strada asfaltata; da qui, lungo sentieri e mulattiere sempre pedalabili ci porteremo alla partenza dei singoli trail.
Le tre discese sono varie: la prima, “Caio trail”, è la più lenta e tecnica con alcuni tornantini; la seconda, “Alpini trail”, è la più veloce e flow mentre la terza, “Valentina trail”, inizia con un tratto pedalato su e giù prima della discesa vera e propria.

Lunghezza: 40 km
Dislivello: 1200 D+
Durata: 3 h
Ritrovo: Aprica, partenza funivia Baradello, ore 8.30
Difficoltà tecnica: medie
Preparazione atletica necessaria: media
Capogita: Roberto C., Michela S.
Attrezzatura: Casco, protezioni, MTB preferibilmente full



1 luglio 2018 - 7 crocette


Itinerario molto impegnativo. Partendo da Bienno si sale su asfalto dalla vecchia mulattiera in direzione “Sesa”, “Ponte dei Signori” fino all’imbocco con la “Valle di Arcina”. Da qui sterrato fino alla località “Casermeta” Si continua su asfalto fino al “Dosso dei Galli” e “Passo Dasdana” (2100 mt) per poi imboccare il sentiero CAI 80 in direzione 7 Crocette posto a quota 2050 mt . Da qui inizia la discesa a tratti impegnativa a tratti scorrevole, attraversando montagne stupende quali “Val Brescianina” la “Val Bresciana” e “Campolungo” con vista sul gruppo dell’Adamello e il Blumone. Si prosegue per “Faisecco” e “Moiette” fino a raggiungere di nuovo Bienno. La discesa è caratterizzata da tratti abbastanza tecnici con fondo smosso, ma anche da tratti scorrevoli nel sottobosco.

Lunghezza: 45 km
Dislivello: 2.2200 D+
Durata: 5 h
Ritrovo: 7:00 - Bienno, rotatoria distributore
Difficoltà tecnica: medie
Preparazione atletica necessaria: molto buona
Capogita: Federico F., Giovanni M.
Attrezzatura: Casco protezioni mtb full



22 luglio 2017 - Passo del gatto


Partendo dal parcheggio del centro sportivo di Schilpario per la strada provinciale in direzione Passo Vivione, si prende quasi subito la pista di sci di fondo alla destra della valle e là si segue fino nei pressi della dell’ex centro di estrazione mineraria, da qui si segue la strada fino al passo del Vivione. Ora si lascia l’asfalto e si passa allo sterrato, e anche alla parte più faticosa ma anche più affascinante, del giro. Si imbocca il sentiero 415, parzialmente pedalabile, fino al lago di Valbona; qui si imbocca il 416 e si inizia la salita al Passo del Gatto, salita impegnativa in buona parte a spinta e a tratti con bici in spalla; il panorama ci ripagherà ampiamente della fatica. Sempre seguendo il 416 si arriverà al Passo Veneroccolo passando per luoghi molto suggestivi. Poi si scende seguendo il sentiero 414 senza particolari difficoltà che ci porta a Ronco, frazione di Schilpario, da qui poca salita e si torna al punto di partenza

Lunghezza: 32 km
Dislivello: 1.500 D+
Durata: 5 h
Ritrovo: 8:30 presso il centro sportivo di Schilpario
Difficoltà tecnica: medio-alta, traversi esposti su ghiaioni in ambiente montano isolato
Preparazione atletica necessaria: Molto buona
Capogita: Marco M.
Attrezzatura: Casco, protezioni, mtb full almeno 130mm escursione



7 ottobre 2018 - Iseo punta dell'orto


salita per sentieri ed un poco di asfalto fino alla sommità della Punta dell’Orto, difficoltà tecniche nessuna, qualche metro a spinta (800 mt d+ c.a). Dopo esserci gustati una vista mozzafiato sul Lago d’Iseo ci buttiamo in una discesa impegnativa quasi da subito ma che ci riserva il meglio dopo con passaggi con buona pendenza su terreno accidentato e a volte smosso. Arrivati in prossimità della località Bosine si riprende prima l’asfalto e poi lo sterrato. Grazie ad una piccola deviazione raggiungiamo la cima del Monte Corniolo (200 mt d+ c.a.) e successivamente la Balota del Coren, splendido balcone a sbalzo su Iseo e su tutto il lago. Ritornati sulla retta via una divertente discesa ci porta in località Pian delle Viti sopra Provaglio d’Iseo. Da lì preso una vecchissima mulattiera raggiungiamo la chiesa della Madonna del Corno (100 mt d+ c.a.). Breve pausa, un’occhiata dall’alto alla Franciacorta, ed infine un’ultima veloce discesa ci porta a Provaglio d’Iseo. Da li passando per il Parco Naturale delle Torbiere torniamo al punto di partenza.

Lunghezza: 20 km
Dislivello: 1100 m.
Durata: 4 h
Ritrovo: Iseo, nei pressi Conad, ore 9.00
Difficoltà tecnica:Normali per una uscita all mountain
Preparazione atletica necessaria: Discreta
Capogita: Michela S., Andrea P.
Attrezzatura: MTB full, casco, protezioni